Qualifica RLS – Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (FAD Sincrona)

Dettagli di questo corso: Qualifica RLS – Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

Riferimenti Legislativi: D.Lgs. n. 81/08, art. 18, comma 1, lettera l) e art. 37, comma 10 e 11

Modalità Erogazione: Il corso verrà erogato in FAD Sincrona

 

Dettagli corso

Date: 6-8-10-13 maggio
Tipologia: Qualifica
Erogazione: Videoconferenza
Codice corso: RLS-C1
Destinato a: Rappresentante dei Lavoratori Per la Sicurezza (RLS)

Specifiche del corso

In tutte le aziende o unità produttive deve essere eletto il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (D.Lgs. 81/08, art. 47 comma 2) che ha il ruolo di interfaccia tra l’azienda e i lavoratori, ovvero persona designata a rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della sicurezza e salute degli ambienti di lavoro, partecipare alle riunioni, collaborare con il datore di lavoro per migliorare la qualità del lavoro.

L’RLS è eletto in tutte le aziende, o unità produttive secondo le modalità previste dall’art. 47 del D.Lgs. 81/08 e dagli accordi tra le parti, ovvero:

  • nelle aziende fino a 15 dipendenti è eletto dai lavoratori al loro interno;
  • nelle aziende con più di 15 dipendenti è eletto dai lavoratori nell’ambito delle rappresentanze sindacali o, se queste mancano, al loro interno.

Il numero dei Rappresentanti deve essere stabilito dalla contrattazione collettiva, ma se ciò non dovesse accadere la legge predetermina il numero minimo di Rappresentanti per la sicurezza che deve avere un’azienda in rapporto al numero di dipendenti:

  • 1 rappresentante con meno di 200 lavoratori;
  • 3 rappresentanti da 201 a 1000 lavoratori;
  • 6 rappresentanti con più di 1000 dipendenti.

L’RSL per espletare la sua funzione ha diritto ad una formazione particolare in materia di salute e sicurezza (D.Lgs. 81/08 art. 37 comma 10); le modalità, la durata e i contenuti specifici della formazione dell’RLS sono stabiliti in sede di contrattazione collettiva nazionale.

La durata minima dei corsi è di 32 ore e la qualifica deve essere aggiornata con dei corsi con cadenza annuale di 4 ore per aziende sotto i 50 dipendenti e 8 ore per aziende con numero superiore a 50 dipendenti. E’ richiesta obbligatoriamente la verifica dell’apprendimento.

Destinatari

Il corso è rivolto ai Rappresentanti dei Lavoratori sulla Sicurezza di “prima nomina”, individuati internamente tra i lavoratori di una stessa azienda.

Obiettivi

Il corso per i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, così come definiti nell’art. 37 comma 10 e 11 del D.Lgs 81/08, correttivo dal D.Lgs. 106/09, ha l’obiettivo di fornire adeguate conoscenze circa i rischi lavorativi esistenti negli ambiti di lavoro e fornire adeguate competenze sulle principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi aziendali.

Argomenti

Principi giuridici comunitari e nazionali, legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro:

  • La gerarchia delle fonti giuridiche
  • Le Direttive Europee
  • La Costituzione, Codice Civile e Codice Penale
  • L’evoluzione della normativa sulla sicurezza e igiene del lavoro e il D.Lgs. 81/08
  • Statuto dei Lavoratori e normativa sulla assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e malattie professionali
  • La legislazione relativa a particolari categorie di lavoro: lavoro minorile, lavoratrici madri, lavoro notturno, lavori atipici, etc.
  • Le norme tecniche UNI, CEI e loro validità
  • Il sistema delle prescrizioni e delle sanzioni

Principali soggetti coinvolti e i relativi obblighi:

  • il Datore di lavoro, i Dirigenti
  • i Preposti
  • il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP), gli Addetti del SPP
  • il Medico Competente (MC)
  • il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS), il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale (RLST) e il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza di sito produttivo.

Aspetti normativi dell’attività di rappresentanza dei lavoratori

  • gli Addetti alla prevenzione incendi, evacuazione dei lavoratori e pronto soccorso
  • i Lavoratori
  • i Progettisti
  • i Fabbricanti, i Fornitori
  • gli Installatori
  • i Lavoratori autonomi

La gestione degli appalti
II sistema pubblico della prevenzione:

  • Vigilanza e controllo
  • Informazione, assistenza e consulenza
  • Organismi paritetici e Accordi di categoria

Definizione e individuazione dei fattori di rischio:

  • Concetti di pericolo, rischio, danno, prevenzione
  • Analisi degli infortuni: cause, modalità di accadimento, indicatori, analisi statistica e andamento nel tempo, registro infortuni
  • Informazione sui criteri, metodi e strumenti per la valutazione dei rischi (Linee guida regionali, modelli basati su check list, ecc.)

La valutazione dei rischi e l’individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione:

  • Contenuti e specificità del documento di valutazione dei rischi: metodologia della valutazione e criteri utilizzati
  • Individuazione e quantificazione dei rischi, misure di prevenzione adottate o da adottare
  • Priorità e tempistica degli interventi di miglioramento
  • Definizione di un sistema per il controllo della efficienza e della efficacia nel tempo delle misure attuate
  • Il documento di valutazione dei rischi interferenti negli appalti (DUVRI)

Tecnica della comunicazione:

  • I processi di comunicazione organizzativa
  • Gli strumenti per la trasmissione delle informazioni
  • La tipologia delle informazioni sulla sicurezza
  • Gli aspetti psicologici della sicurezza lavorativa; La dinamica psicologica dell’infortunio; I fattori critici per prevenire gli infortuni; La responsabilizzazione delle persone
  • Il rischio da ambienti di lavoro; Il microclima; L’illuminazione
  • Il rischio videoterminali
  • Il rischio movimentazione manuale dei carichi
  • La classificazione degli agenti chimici; I rischi derivanti da esposizione ad agenti chimici, cancerogeni e mutageni; La protezione da agenti biologici
  • Il quadro legislativo antincendio e il Certificato di Prevenzione Incendi
  • La gestione delle emergenze
  • Il rischio incendio ed esplosione
  • Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale
  • Il rischio rumore
  • Il rischio vibrazioni
  • Il rischio da radiazioni ionizzanti, non ionizzanti e ottiche
  • Il rischio da campi elettromagnetici
  • I Dispositivi di Protezione Individuale (DPI): criteri di scelta e utilizzo
  • Il rischio elettrico
  • Il rischio meccanico, Macchine, Attrezzature
  • Il rischio movimentazione merci (apparecchi di sollevamento, mezzi di trasporto)
  • Le verifiche periodiche obbligatorie di apparecchi e impianti
  • Il rischio cadute dall’alto

Test finale

Crediti Formativi

Il corso consente di acquisire la Qualifica prevista dalla legislazione vigente per ricoprire il ruolo di RLS.

Attestato

Per ogni partecipante sarà rilasciato un Attestato di Qualifica riconosciuto: frequenza superamento del test finale come previsto dall’art. 37, D.Lgs. 81/08 e dell’Accordo Stato-Regioni 21/12/2011 n. 223, e come previsto dal decreto dell’Assessorato della Regione Siciliana della salute n. 1619 del 08/08/2012; subordinato all’effettiva presenza di almeno l’80%, delle ore previste al corso, e al superamento, con giudizio di idoneità, dell’esame finale.

Sanzioni

Per la mancata formazione dovuta, Datori di Lavoro e dirigenti sono punibili con l’arresto da 2 a 4 mesi o con ammenda da € 1.200,00 a € 5.200,00 (D.Lgs. 81/08 modificato, art. 55 comma 5 lettera c).

Inoltre come sancito dal decreto fiscale (D.L. 21/10/2021 n° 146 la mancata formazione rappresenta uno dei motivi di sospensione delle attività.

Codice Corso: RLS-C1

Durata 32 ore

Erogazione Videoconferenza

Validità 1 Anno

250,00  + iva

Richiedi informazioni
Parla con un consulente QSM per ricevere le informazioni che desideri sul corso di formazione.