Aggiornamento Addetto e Preposto ai lavori in Spazi Confinati o Ambienti Sospetti di Inquinamento

Riferimenti Legislativi: D.Lgs. n. 81/08, artt. 66 e 121 – D.P.R. 177/2011

Corso aggiornamento per Addetto e Preposto ai Lavori in Spazi Confinati

 

Dettagli corso

Tipologia: Aggiornamento
Erogazione: Aula
Codice corso: ASIC/A - H21
Destinato a: Preposto Ambienti Confinati

Specifiche del corso

Il D.P.R. 177/11 individua i criteri per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi che operano in ambienti confinati, quali possono essere tubazioni, gallerie, canalizzazioni, serbatoi, vasche, silos e simili ecc., compresi nell’Allegato IV, punto 3, D.lgs. 81/08 e sospetti di inquinamento come pozzi, fogne, cunicoli, camini che rientrano negli articoli 66 e 121 del d.lgs. 81/08. Tali ambienti sono generalmente dotati di spazi di accesso ridotti e in condizioni sfavorevoli, a volte con scarsa ventilazione naturale e talvolta presenti agenti chimici pericolosi (gas, vapori, polveri).
Il programma del corso, in conformità al D.Lgs. 81/08, al DPR 177 e alle linee guida ISPESL sugli ambienti confinati, comprende una parte teorica e di una parte pratica di addestramento di 8 ore per l’utilizzo di DPI anticaduta + maschere filtranti e anche autorespiratori.
Gli spazi confinati e sospetti di inquinamento si caratterizzano per l’alto rischio di infortuni per l’operatore a causa di cadute, asfissia, carenza di ossigeno o condizioni microclimatiche difficoltose.


Destinatari

Il corso si rivolge a lavoratori dipendenti e autonomi, nonché datori di lavoro che, destinati ad operare e/o supervisionare in:

  • ambienti sospetti di inquinamento quali pozzi, fogne, cunicoli, camini e fosse in genere, di cui agli articoli 66 e 121 del D.Lgs. 81/08
  • ambienti confinati come ad es. tubazioni, canalizzazioni, recipienti quali vasche, serbatoi e simili, silos, ecc., di cui all’allegato IV, punto 3, del medesimo decreto legislativo.

In generale è rivolto a coloro che lavorano negli ambienti circoscritti caratterizzati da aperture di accesso ridotte e da una scarsa ventilazione naturale sfavorevole in cui per la presenza di agenti chimici pericolosi (gas, vapori, polveri) può verificarsi un grave infortunio.


Obiettivi

Il corso ha l’obiettivo di far mantenere la Qualifica di “Addetto e Preposto ai lavori in Spazi Confinati o Ambienti Sospetti di Inquinamento” sia le conoscenze teoriche che l’addestramento pratico per sapersi comportare in queste situazioni. Il corso assolve agli obblighi previsti dal DPR 14 settembre 2011 n. 177, in compatibilità al D.Lgs. 81/08, inerenti alla specifica informazione e formazione sui fattori di rischio relativi agli ambienti sospetti di inquinamento o confinati. L’obbligo è per tutto il personale, compreso il datore di lavoro, che debba svolgere/supervisionare attività lavorativa in tali ambienti. Lo scopo del corso è trasmettere le conoscenze tecniche adatte a gestire le attività lavorative sia in condizioni di normale esercizio che situazioni di emergenza in ambienti confinati e sospetti di inquinamento.


Argomenti

Modulo pratico (4 ore)

  • Illustrazione di tutti i DPI di terza categoria e controlli prima dell’utilizzo.
  • Vestizione DPI, ispezione visiva, scelta e corretto utilizzo.
  • Analisi e valutazione dei rischi: lettura del Piano Operativo di Sicurezza, pianificazione del lavoro, preparazione alla gestione delle situazioni di emergenza.
  • Tecniche di accesso e posizionamento nel punto di lavoro negli spazi confinati.
  • Tecniche di evacuazione dallo spazio confinato in condizioni di normale esercizio.
  • Tecniche di recupero e salvataggio con evacuazione dell’operatore infortunato cosciente e inerte.
  • Esercitazioni pratiche di ingresso in spazi confinati con DPI anticaduta e DPI di protezione delle vie respiratorie. Evacuazione dell’infortunato all’interno dello spazio confinato tramite sistemi automatici/manuali di recupero d’emergenza operatore come cavalletto cevedale o “capra”; treppiede con argano su cavo metallico, ecc. La durata della parte pratica può essere di 4 o 8 ore a seconda che vengano utilizzati solo DPI anticaduta+maschere filtranti o anche autorespiratori.

Verifica Finale.

  • Importante che per svolgere la Prova pratica è necessario dotarsi dei seguenti DPI:
  • Casco protettivo
  • Scarpe antinfortunistiche
  • Guanti protettivi
  • Imbragatura di sicurezza con attacco sternale (EN361)

Crediti Formativi

Come previsto dall’Accordo Stato-Regioni 21/12/2011 il corso deve essere erogato in aula. La frequenza al corso è propedeutica per mantenere la Qualifica come Lavoratore Addetto ai lavori in Spazi Confinati o Ambienti Sospetti di Inquinamento. Il Corso è valido come aggiornamento Lavoratori, Preposti, Dirigenti, RSPP, e ASPP, Coordinatori sulla Sicurezza (CSP e CSE), DLSPP.


Attestato

Per ogni partecipante sarà rilasciato un Attestato di Qualifica riconosciuto; frequenza e superamento del test finale come stabilito dall’artt. 36 e 37 del D.Lgs. n. 81/08, e dell’Accordo Stato-Regioni 21/12/2011 n. 221, e come previsto dal decreto dell’Assessorato della Regione Siciliana della salute n. 1619 del 08/08/2012.


Sanzioni

I Datori di Lavoro e i dirigenti sono responsabili per la mancata informazione/formazione dei lavoratori addetti e, in caso di inadempienza, sono sanzionabili secondo le seguenti casistiche specifiche e misure a norma di legge:

  • Attrezzature di Lavoro e DPI: arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da € 1.200,00 a € 5.200,00 (D.Lgs. 81/08, art. 55 comma 5 lettera c) o da 2 a 4 mesi o ammenda da € 1.000,00 a € 4.800,00 con specifico riferimento a DPI (art. 87 comma 4 lett. C)
  • Accesso e posizionamento con funi per cantieri costruzioni e lavori in quota: arresto da 2 a mesi o ammenda da € 1.200,00 a € 5.200,00 per inadempienza norme generali (D.Lgs. 81/08, art. 55 comma 5 lettera c); arresto fino 2 mesi o ammenda da € 500,00 a € 2.000,00 per inadempienza norme specifiche (D.Lgs. 81/08, art. 159 comma 2 lett. C).

Anche in questo caso per mancata formazione ci sarebbe l’arresto da 2 a 4 mesi oppure l’ammenda da 1200€ a 5200€. Inoltre come sancito dal decreto fiscale (D.L. 21/10/2021 n° 146 la mancata formazione rappresenta uno dei motivi di sospensione delle attività.

Codice Corso: ASIC/A – H21

Durata 4 ore

Erogazione Aula

Validità 5 Anni

120,00  + iva

Richiedi informazioni
Parla con un consulente QSM per ricevere le informazioni che desideri sul corso di formazione.